Leggere con se stessi
2 commenti

Il 2019 dei libri di Blufiordaliso

blufiordaliso einaudi bag

Anno che va e libri che popolano scaffali domestici sempre più affollati.

Ebbene sì, io sono libromane oltre che librofila, quindi i libri devo averli: in formato cartaceo, scintillanti nelle loro copertine, non importa granché se nuovi o usati, purché siano meravigliosi oggetti da stringere tra le mani.

La mia libreria di casa – che ha già dimensioni considerevoli – è sempre più viva di nuovi titoli, nuove creature che trovano spazio su ripiani da poco sistemati con un rinnovato criterio.

Dopo anni di una suddivisione storica che mi ha accompagnata in mezzo a mille traversie, ho adottato un altro metodo, decidendo di dividere la libreria per case editrici.

Ho così dedicato lo scaffale centrale, lungo quanto un’intera parete, ai miei adorati Einaudi, divisi per collana e lucenti nelle loro candide copertine bianche.

Poi ci sono NN Editore, Sur, Nutrimenti, Fazi, 66th and 2nd, Neri Pozza, Sellerio, Feltrinelli e tanti altri.

Ogni ripiano ha i suoi nuovi abitanti, rimescolati e riordinati, senza rinunciare – MAI! – allo scaffale dei titoli imprescindibili, quelli che mi hanno insegnato così tanto che guardarli con timore reverenziale è il minimo che io possa fare.

Tanti sono i titoli 2019, ovviamente!

Provenienti da librerie indipendenti del cuore o che amo scoprire; da acquisti compulsivi in giorni difficili; dai mercatini dell’usato; dalle fiere di settore; la maggior parte già passati al vaglio della mia anima lettrice; qualcuno ancora in attesa del momento propizio.

Ecco, allora, il riepilogo delle mie letture 2019: sarà un lungo elenco, preparatevi!

Lo pubblico non per vanto (ci mancherebbe, visto che ci sono lettori molto, molto più bravi di me che, invece, sono una lettrice lenta!), bensì per fornirvi una lista di titoli da cui poter prendere spunto per le vostre letture, i vostri doni o, semplicemente, per arricchire ancora di più una wish list infinita e bellissima.

Sono tutti libri che ho letto: l’elenco non comprende, infatti, i libri acquistati ma non ancora letti e i libri che ho interrotto e lasciato.

Di ciascun titolo potete trovare il link alla pagina corrispondente sul sito dell’editore, in modo da farvi un’idea della trama, se non la conoscete, e avere maggiori informazioni.

Evito il classico voto a base di stelline, poiché mi sembra superfluo oltre che abbastanza inutile. Ogni lettore/lettrice legge in base ai propri gusti letterari e le valutazioni sono sempre troppo personali per essere generalizzate.

Sul finire dell’elenco, inoltre, trovate raggruppati (per comodità mia e vostra) i silent book e il relativo saggio sul loro utilizzo in ambito educativo che ho letto e studiato nel corso del 2019 per un progetto di cui sono stata co-docente.

Il mio libro del 2019? Beh, al termine dell’elenco, ve lo rivelo!

blufiordaliso quella metà di noi

In ordine – più o meno – di lettura, dalla più recente alle più lontane, vi presento i miei libri di quest’anno:

1. Alla fonte delle parole. 99 etimologie che ci parlano di noi

Andrea Marcolongo (Mondadori) pp. 300

2. Uomini e topi

John Steinbeck (Bompiani) pp. 139

3. Cose più grandi di noi

Giorgio Scianna (Einaudi) pp. 208

4. L’evento

Annie Ernaux (L’Orma Editore) pp. 128

5. Napoli mon amour

Alessio Forgione (NN Editore) pp. 223

6. Febbre

Jonathan Bazzi (Fandango) pp. 328

7. Un’estate con la Strega dell’Ovest

Kaho Nashiki (Feltrinelli) pp. 141

8. Ricette semplici

Madeleine Thien (66th and 2nd) pp. 183

9. Passione semplice

Annie Ernaux (Bur) pp. 74

10. La fine dei vandalismi

Tom Drury (NN Editore) pp. 392

11. Io sono la bestia

Andrea Donaera (NN Editore) pp. 226

12. Quella metà di noi

Paola Cereda (Perrone Editore) pp. 222

13. La morte nel villaggio

Agatha Christie (Mondadori) pp. 229

14. Persone normali

Sally Rooney (Einaudi) pp. 248

15. La ferrovia sotterranea

Colson Whitehead (Sur) pp. 376

16. Apri questo piccolo libro

Jesse Klausmeier – Suzy Lee (Corraini) pp. 36

17. Il sogno della macchina da cucire

Bianca Pitzorno (Bompiani) pp. 240

18. Il racconto dell’ancella

Margaret Atwood (Ponte alle Grazie) pp. 398

19. Il vecchio e il mare

Ernest Hemingway (Mondadori) pp. 124

20. Mars Room

Rachel Kushner (Einaudi) pp. 344

21. Un giorno senza un perché

Davide Calì – Monica Barengo (Kite) pp. 32

22. Polline. Una storia d’amore

Davide Calì – Monica Barengo (Kite) pp. 32

23. Lo scrittore

Davide Calì – Monica Barengo (Kite) pp. 32

24. Non parlarmi d’amore

Aidan Chambers (Rizzoli) pp. 124

25. Così allegre senza nessun motivo

Rossana Campo (Bompiani) pp. 192

26. Non avere paura dei libri

Christian Mascheroni (Hacca) pp. 253

27. Torino di carta. Guida letteraria della città

Alessandra Chiappori (Il Palindromo) pp. 220

28. Gli spaesati

Mia Lecomte – Andrea Rivola (VerbaVolant) pp. 40

29. La logica della lampara

Cristina Cassar Scalia (Einaudi) pp. 384

30. Il party

Elizabeth Day (Neri Pozza) pp. 350

31. Tu l’hai detto

Connie Palmen (Iperborea) pp. 291

32. Le stelle di Capo Gelsomino

Elvira Serra (Solferino) pp. 218

33. Sabbia nera

Cristina Cassar Scalia (Einaudi) pp. 392

blufordaliso nel mio giardino il mondo

34. Leggere e scrivere. Una testimonianza

V.S. Naipaul (Adelphi) pp. 112

35. Almarina

Valeria Parrella (Einaudi) pp. 136

36. Parlarne tra amici

Sally Rooney (Einaudi) pp. 296

37. Un romanzo russo

Emmanuel Carrère (Adelphi) pp. 288

38. Il malinteso

Irène Némirovsky (Adelphi) pp. 190

39. I leoni di Sicilia

Stefania Auci (Nord) pp. 436

40. Lena e la tempesta

Alessia Gazzola (Garzanti) pp. 192

41. L’annusatrice di libri

Desy Icardi (Fazi) pp. 407

42. Femminismo per il 99%. Un manifesto

Cinzia Arruzza – Tithi Bhattacharya – Nancy Fraser (Laterza) pp. 84

43. Come muoversi tra la folla

Camille Bordas (Sem) pp. 301

44. Salvare le ossa

Jesmyn Ward (NN Editore) pp. 316 

45. I libri che fanno la felicità

Rachele Bindi (Vallardi) pp. 240

46. Le amiche che vorresti e dove trovarle

Beatrice Masini – Fabian Negrin (Giunti) pp. 144

47. Sex & Rage

Eve Babitz (Bompiani) pp. 240

48. Breve storia amorosa dei vasi comunicanti

Davide Mosca (Einaudi) pp. 200

49. Dai tuoi occhi solamente

Francesca Diotallevi (Neri Pozza) pp. 207

50. La misura eroica

Andrea Marcolongo (Mondadori) pp. 216

51. L’assassinio di Florence Nightingale Shore

Jessica Fellowes (Neri Pozza) pp. 432

52. L’ultima volta che siamo stati bambini

Fabio Bartolomei (E/O) pp. 205

53. Ottanta rose mezz’ora

Cristiano Cavina (Marcos y Marcos) pp. 208

54. Fedeltà

Marco Missiroli (Einaudi) pp. 232

55. La libreria della rue Charras

Kaouther Adimi (L’Orma editore) pp. 200

56. Dolcissima abitudine

Alberto Schiavone (Guanda) pp. 252

57. Addio fantasmi

Nadia Terranova (Einaudi) pp. 208

58. L’estate che sciolse ogni cosa

Tiffany McDaniel (Atlantide Edizioni) pp. 384

59. Resoconto

Rachel Cusk (Einaudi) pp. 188

60. Vincoli

Kent Haruf (NN Editore) pp. 260

61. La memoria della cenere

Chiara Marchelli (NN Editore) pp. 290

62. Il mio romanzo viola profumato

Ian McEwan (Einaudi) pp. 64

63. La cosa più importante

Margaret Wise Brown (Orecchio Acerbo) pp. 24

64. Così chiamò l’eterno

Guia Risari (Stampa Alternativa) pp. 200

65. La pietra blu

Jimmy Liao (Camelozampa) pp. 148

66. Il leone buono

Ernest Hemingway (Mondadori) pp. 48

67. Leggere o non leggere. Questo è il problema

Jimmy Liao (Edizioni Gruppo Abele) pp. 136

68. La mia meravigliosa libreria

Petra Hartlieb (Lindau) pp. 200

69. Nel mio giardino il mondo

Irene Penazzi (Terre di Mezzo) pp. 44

70. L’onda

Suzy Lee (Corraini) pp. 40

71. L’approdo

Shaun Tan (Tunué) pp. 128

72. La porta

Ji Hyeon Lee (Orecchio Acerbo) pp. 52

73. La piscina

Ji Hyeon Lee (Orecchio Acerbo) pp. 48

74. Meraviglie mute

Marcella Terrusi (Carocci) pp. 278

blufiordaliso fedeltà missiroli

Lungo respiro e calcolatrice alla mano, in questo 2019 ho letto 15.393 pagine, senza contare i libri che sto leggendo adesso (ma che quasi sicuramente non terminerò tutti prima della fine dell’anno, quindi rientreranno nel conteggio 2020) e qualche titolo che – ovviamente – mi sarò dimenticata.

In media i libri che leggo maggiormente hanno circa 250 pagine (albi illustrati esclusi): adoro, infatti, i tomoni da 350-400 pagine, ma cerco di concentrarli per lo più durante le vacanze estive, in modo da potermici immergere senza troppe interruzioni.

Durante l’anno prediligo libri più agevoli e non troppo lunghi, anche per le attività che svolgo con i gruppi di lettura, che dallo scorso autunno sono tre, bellissimi.

La casa editrice che avete visto comparire di più è Einaudi: la passione che mi lega all’editore dello Struzzo è tanta e proprio non riesco a fare a meno di molti dei titoli del loro catalogo, che trovo curato molto bene e dalla qualità spesso davvero elevata.

Il mio libro del 2019?

Senza dubbi Fedeltà di Marco Missiroli, edito Einaudi (manco a farlo apposta!).

I motivi sono molti e la scelta, quest’anno, non è stata difficile: storia attuale e mai scontata, nuovo modo di narrare, copertina splendida, personaggi delineati alla perfezione, scrittura matura. Questo libro stravince in termini di contenuto e contenitore.

Come ho scritto in questi giorni anche sui canali social di Blufiordaliso, Carlo, il protagonista di Fedeltà, è il mio personaggio maschile del 2019, mentre il personaggio femminile di quest’anno, per me, è il vicequestore Vanina Guarrasi, nata dalla penna di Cristina Cassar Scalia e protagonista di Sabbia nera e La logica della lampara, sempre editi Einaudi.

Come è andato il vostro 2019 di letture? Libro più amato?

Lasciatemi le vostre risposte nei commenti: insieme costruiremo una bibliografia infinita.

Questo articolo chiude le pubblicazioni 2019 su Blufiordaliso: auguro a tutti voi un nuovo anno ricchissimo di bei libri e grandi esperienze.

Buon 2020!

2 Comments

  1. Ciao Sara, accolgo il tuo spunto da Instagram e vengo prima di tutto a farti i complimenti per il tuo lavoro di instancabile bibliofila.
    Non ho ancora letto Fedeltà, ma provvederò quanto prima anche grazie alle tue suggestioni.
    Tra le varie letture di quest’anno metterei sul podio:
    1. IL CAOS DA CUI VENIAMO – T. Mc Daniels – Atlantide: un viaggio emozionale ed emozionante
    2. SENZA FINE – G.Romagnoli – Feltrinelli: una scoperta che mi ha portato a leggere anche Solo bagaglio a mano e Coraggio
    3. LA VIA DEI RE – E. Brizzi – Gribaudo: sarà che parla dei nostri dintorni, ma è stato un bel viaggio
    Poi in ordine sparso le certezze di ogni anno che cerco di centellinare: SIMENON, CAMILLERI e MANZINI
    e quindi un caro augurio di buon anno e di ottime letture. Per me sarà un’anno importante visto che cadono i centenari della nascita di Asimov e Rodari, due viaggiatori senza tempo che hanno definito il mio modo di essere.

    • Sara Valinotti dice

      Gran belle letture! Io con Tiffany McDaniel ho avuto qualche problema, purtroppo, con la lettura di “L’estate che sciolse ogni cosa”, ma sono certa che sia stato solo perché non era il momento. Se leggerai “Fedeltà”, fammi poi sapere come andrà! Auguri per un grande anno, pieno di belle letture!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.