Lettura condivisa
Lascia un commento

Tisane, scaffali e novità

tea_peter_pan_wendy

Novembre è arrivato e con lui anche il consueto articolo sulle novità editoriali in uscita in questo particolare mese, conteso tra zucche, dolcetti e decorazioni natalizie che (per ora) non abbiamo ancora il coraggio di tirare fuori dagli scatoloni, ma che già fremono.

Il panorama editoriale italiano scoppietta in questo mese che apre la stagione natalizia e porta sugli scaffali tanti bei titoli, ancora non del tutto concentrati soltanto sull’aspetto commerciale che, purtroppo, assalta sempre di più il nostro Christmas Period.

E io ho deciso di prendermela comoda stavolta, di annotarmi i titoli in uscita cominciando con largo anticipo, molto spesso gustando una tisana bollente mentre gli occhi scorrevano le anticipazioni e le newsletter degli editori.

Eh sì, perché quando le condizioni meteo sono avverse, l’umidità fa scricchiolare le ossa e il sole non fa capolino nel cielo di Torino per intere settimane, un tè o una tisana caldi sono quello che ci vuole. Lo dice anche Wendy a Peter Pan: persino le avventure più fantasmagoriche possono aspettare un momento. C’è bisogno di una tazza fumante per riscaldare cuore e anima.

Tra una tisana al tiglio e un tè nero, quindi, ecco i titoli che ho selezionato e che vi propongo per le vostre letture di Novembre.

Collage_pic1

Vincoli di Kent Haruf (NN Editore) – in libreria dal 05/11. Holt è tornata, finalmente. I nostri occhi possono ora scorgere le parole del primo romanzo di Haruf, pubblicato per la prima volta negli Stati Uniti nel 1984 col titolo originale The Tie That Binds. Qui ho pubblicato un articolo sulla produzione di Kent Haruf, dove potete leggere maggiori dettagli su questo straordinario autore e le sue opere, tradotte in Italia da Fabio Cremonesi. In Vincoli ritroviamo Holt e leggiamo la storia di altri memorabili personaggi: li ameremo.

La cattiva strada di Sébastien Japrisot (Adelphi) – in libreria dal  06/11. Un altro romanzo che sconvolge narrando un amore folle e travolgente, quello tra Denis, quattordici anni, e Clotilde, ventisei anni e suora. Japrisot scrive questo romanzo a diciotto anni e racconta l’amore rendendo palpabile sulla pagina la passione, l’avventura amorosa indelebile. Japrisot, ora riproposto in Italia con la traduzione di Simona Mambrini, è stato un autore e traduttore molto apprezzato in Francia: Jean-Baptiste Rossi, per l’anagrafe, ha tradotto in francese, tra gli altri anche Il giovane Holden e i Nove Racconti di Salinger.

Poesie jazz per cuori curiosi di Paolo Fresu e con le illustrazioni di Anna Godeassi (Rizzoli) – in libreria dal 06/11. Cosa succede quando uno dei più acclamati jazzisti italiani incontra il mondo della poesia? Ne esce una raccolta di suggestioni nate dalla musica e dal quotidiano, in questa occasione illustrate in modo elegante e curato. Stimoliamo anima e mente col fiore giallo che è in noi: anche se può sembrare appassito basta innaffiarlo per farlo tornare splendente.

Gli squali di Giacomo Mazzariol (Einaudi) – in libreria dal 06/11. La collana Stile Libero Big accoglie la seconda fatica di un ventenne scatenato, lo stesso che due anni fa ha raccontato la sua storia in Mio fratello rincorre i dinosauri, dopo aver pubblicato un video su Youtube con il fratello Giovanni, che in breve ha raggiungo migliaia di visualizzazioni. Adesso leggiamo degli Squali, i ragazzi di inizio millennio che si affacciano all’adultità e non si fermano mai. Max è pronto per l’estate dopo la maturità, quella che dovrebbe essere vissuta in spiaggia o in viaggio per l’Europa. Lui, invece, scopre un algoritmo particolare e finisce a lavorare in un incubatore di start-up che lo divora, fagocitandolo in un mondo tutto diverso, tutto da imparare, ma senza mai fermarsi.

La stagione delle prugne di Patrice Nganang (66thand2nd) – in libreria dal 08/11. Un salto indietro per riscoprire un pezzo di Storia ancora poco conosciuto, quello del Camerun del 1940. La Francia è appena stata invasa dai tedeschi e anche qui comincia a serpeggiare un po’ di caos, ma la vita è ancora piuttosto tranquilla. Ruben Um Nyobè, futuro capo del movimento indipendentista, e il poeta Louis-Marie Pouka, tornano nel villaggio di Edéa con l’intenzione di fare una breve vacanza tranquilla. Ma tutto è destinato a cambiare: arriva il generale Leclerc e inizia a reclutare tra i loro conoscenti dei tiratori scelti, coloro che saranno in prima linea per la Francia libera.

Olga di Bernhard Schlink (Neri Pozza) – in libreria dal 08/11. Dall’autore di A voce alta (oggi riedito in Italia col titolo del film che ne è stato tratto, Il lettore – The Reader) una nuova storia in cui l’amore per la lettura è una costante. Sullo sfondo della Germania imperiale, i giovani Olga ed Herbert si incontrano e si innamorano. Ma il loro amore è contrastato dalla famiglia di lui, che non ritiene lei alla sua altezza. Olga, infatti, è una insegnante che arriva da un villaggio rurale povero e lontano. Solo il suo amore per i libri e la cultura le ha permesso di emergere e di continuare a sognare una vita migliore, anche quando Herbert sarà lontano da lei, coinvolto in spedizioni di conquista e battaglie che toccheranno l’Africa e il Polo Nord.

Collage_pic2

A libro aperto. Una vita e i suoi libri di Massimo Recalcati (Feltrinelli) – in libreria dal 08/11. Un’ode ai libri, un saggio scorrevole e informale che ci conduce in un viaggio di incontro. Sì, perché ogni libro che incrociamo sul nostro cammino di lettori e di esseri umani può considerarsi un incontro d’amore, di sapere, un momento intimo di condivisione con noi stessi, una scossa piena di benefici che si irradia nella nostra anima.

Mamma di Helène Delforge e Quentin Gréban (Terre di Mezzo) – in libreria dal 15/11. Adesso ci tuffiamo in un albo illustrato meraviglioso, che soltanto a guardarne la copertina ce ne si innamora. Mamma sorvola epoche e Paesi con parole intime, profonde e con illustrazioni che sono gioia pura, alla scoperta di una parola che, a tutte le latitudini, è ugualmente piena di amore.

Middle England di Jonathan Coe (Feltrinelli) – in libreria dal 15/11. Ci spostiamo in Inghilterra, precisamente nelle Midlands, per ritrovare alcuni dei personaggi di Circolo chiuso e di La Banda dei Brocchi, un po’ invecchiati, sicuramente cambiati e alle prese con tragicomiche vicende sullo sfondo di uno stato che cambia al suono di Brexit. Jonathan Coe è tornato: il bardo inglese contemporaneo e il suo humor sono alle prese con nazionalismo, austerità e politically correct in quello che The Times non ha esitato a definire “il libro di cui tutti stanno parlando”.

Storia di una balena bianca raccontata da lei stessa di Luis Sepùlveda (Guanda) – in libreria dal 15/11. C’è un bambino su una spiaggia del Cile. Su quella spiaggia c’è una conchiglia. E dalla conchiglia si leva una voce, quella di un animale mitico, la balena bianca che per tanto tempo marinai di ogni dove hanno cercato. Lei è la custode delle acque della Gente del Mare, che ha sorvegliato per tutta la vita, difendendole dalle navi e dal pericolo di uomini cattivi. Ora è arrivato il momento di raccontare la sua storia. E noi la stiamo ad ascoltare incantati.

Esprimi un desiderio di Anna Masucci e Donata Curtotti (VerbaVolant) – in libreria dal 15/11. Una notte di tempesta e di stelle cadenti è il magico momento di incontro per due sconosciuti. Esprimere un desiderio significa affidarsi alla propria buona stella e questi innamorati lo fanno mettendosi in cammino, mano nella mano, in un percorso che li rende personaggi sorprendenti. Le illustrazioni sono state realizzate con il fil di ferro, un materiale povero eppure ricco di sfumature. Un albo fotografico elegante, curato. Un inno alle stelle che vivono in ognuno di noi. #staytuned su Blufiordaliso: tra pochi giorni questo albo sarà il protagonista di un nuovo articolo!

Libro antico libro moderno di Hans Tucci (Carocci) – in libreria dal 08/11. Un saggio dal taglio moderno e scorrevole che non rinuncia alla scientificità di un argomento tanto storico quanto di estrema attualità: come è cambiato l’oggetto-libro dai tempi di Gutenberg? Come la punteggiatura, il titolo, il numero di pagina possono influenzare il prodotto e la percezione? Le evoluzioni del materiale più caro per i bibliomani, del compagno più fedele dei lettori: il libro.

Collage_pic3

Tutto il mio mondo sei tu di Jimmy Liao (Camelozampa) – in libreria dal 20/11. Un nuovo picture book dell’autore taiwanese arriva sugli scaffali delle librerie grazie al lavoro della sua traduttrice Silvia Torchio. In questa storia c’è una bambina a cui manca tanto il suo cagnolino. A tal punto che, ogni sera, nelle stanze del vecchio albergo dove vive con la famiglia, chiede notizie di lui a tutti i fantasmi dei vecchi ospiti che hanno soggiornato lì. A loro affida le sue storie e i suoi appelli. E raccontare la aiuterà a superare un triste momento di passaggio.

La vergogna di Annie Ernaux (L’Orma Editore) – in libreria dal 19/11. Lei, la regina della scrittura, sta per tornare: il lavoro di un editore che ha creduto nella potenza della sua scrittura l’ha portata in Italia e ora noi possiamo amarla e ammirarla in un nuovo libro in cui Annie Ernaux affronta l’indicibile, la vera ragione che l’ha portata alla scrittura: la vergogna. Blufiordaliso ve ne parlerà molto presto, in un nuovo articolo. Non potrei non farlo.

Racconti parigini a cura di Corrado Augias (Einaudi) – in libreria dal 27/11. Parigi è un luogo meraviglioso, che ha affascinato molti scrittori e continua a farlo, esercitando un’attrazione irresistibile. Augias ci porta tra le righe e le vite di Hemingway, Proust, Buzzati, Stein e tanti altri. Ville lumière e ville littéraire, un mondo che ne contiene migliaia, tutti di colori diversi: dal giallo di Simenon al rosso passionale della Némirovsky. Una città in un libro; tanti libri in una grande, bellissima città.

Una bambina da non frequentare di Irmgard Keun (L’Orma Editore) – in libreria dal 22/11.  Siamo in Germania, la Grande Guerra è appena finita, ma gli strascichi si fanno ancora sentire. Al centro di questa storia c’è una bambina ribelle, da tutti considerata una monella anche se, in realtà, lei ha soltanto molta voglia di vivere. Così, tra scherzi e astuzie, ci lasciamo cullare da un romanzo dai toni frizzanti eppure scritto con maestria, che lascia trasparire le chiare tracce di un conflitto che ha duramente segnato tutti quanti. L’autrice, compagna di Joseph Roth, si è vista bruciare le sue opere sul rogo dei libri ordinato dai nazisti. Lei, tenace quanto la sua protagonista, ha reagito facendo causa allo stato per danni.

Tutto è jazz di Lili Grün (Keller) – in libreria da fine Novembre. Rimaniamo in Germania e la viviamo tra gli Anni Venti e Trenta attraverso gli occhi di Elli, una giovane ragazza che arriva a Berlino con un sogno nel cassetto: sfondare nel mondo del teatro. La vita di tutti i giorni, però, è dura: per pagare l’affitto occorre ingegnarsi, anche se essere una giovane artista squattrinata la fa arrivare al nuovo Kabarett collettivo Jazz, fondato col preciso intento di dare una svolta alle vite dei partecipanti. Ci riusciranno? Una storia di gioia malinconica, opera di un’autrice deportata nei campi di sterminio e morta nel 1942, troppo presto per far conoscere al mondo la sua voce.

I tacchini non ringraziano di Andrea Camilleri e con le illustrazioni di Paolo Canevari (Salani) – in libreria dal 19/11. Scivoliamo verso il Natale con una raccolta di ricordi del maestro della letteratura italiana contemporanea. Le sue sono storie di animali piene di amore e di intelligenza, che ci insegnano come si possa vivere rispettandosi reciprocamente: bastano soltanto un po’ di buon senso e di umorismo.

Narratè_pic

Immagine tratta da https://www.in-te.it

Bene, dopo aver scritto di tutti questi bei libri è arrivato il momento di un’altra tazza fumante di tisana. Anzi no, di tè. E ora scelgo una delle fragranze di Narratè ®, il tè narrante che unisce la degustazione alla lettura. Ogni tea bag, infatti, è corredata da un racconto il cui tempo di lettura (5 minuti) corrisponde esattamente al tempo di infusione. Io li ho conosciuti al #SalTo18 e me ne sono innamorata: per l’occasione avevo fatto mia la confezione dedicata alla città di Torino (e come non farlo?!), incontrando le dolci parole di Enrica Tesio.

Buona lettura e… buon tè!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.